• White Instagram Icon
  • White Twitter Icon

© 2018 Federico Marchetti

  • White Instagram Icon
  • White Twitter Icon

 

Gli uomini aiutino le donne ad affermarsi 

LA REPUBBLICA

di Sara Bennewitz, 08 marzo, 2019

 

Federico Marchetti, presidente e amministratore delegato di Yoox Net A porter, pioniere del lusso online, è anche stato uno dei primi imprenditori a fare spazio alle donne in azienda. L'avventura iniziata vent'anni prosegue ora, progettando un futuro nel quale le donne prenderanno più piede. Anche nelle tecnologie, motivo per il quale Ynap investe sulla formazione delle nuove generazioni

 

Come è lavorare in un gruppo nel quale si trova in netta minoranza?


La domanda è pertinente, ma è l'approccio che è sbagliato. Non a caso Ynap fa parte dell'organizzazione Male Champions of Change: dato che ancora oggi sono gli uomini a ricoprire la maggior parte dei posti di potere, sono anche loro che debbono aiutare le donne ad affermarsi. Le donne da sole possono fare metà del lavoro, insieme invece possiamo dare una mano alle donne. Quindi, tornando alla sua domanda, più che essere una minoranza in un azienda al femminile, sono uno degli8+7 uomini con un ruolo apicale che lavora per un miglior equilibrio tra i due generi. Ma più che una minoranza al maschile, preferisco pensarmi come una rotella e una forza per agevolare il cambiamento.

Lei ha sempre detto che, per un imprenditore, la cosa più difficile è attrarre talenti: ha cambiato idea?


No. Continuo a investire tantissimo del mio tempo e delle mie energie per reclutare nuove risorse e il fatto che il Times abbia inserito Ynap tra le prime 50 aziende al mondo nelle quali le donne vogliono lavorare è un grandissimo riconoscimento. Come è una grande soddisfazione ingaggiare una top manager e sentirsi dire, appena insediata da noi, che è sorpresa della qualità delle persone che lavorano in questo gruppo.

E cosa fa di speciale Ynap per attirare e mantenere i talenti?


Non facciamo qualcosa di particolare, ma direi che mettiamo davvero in pratica le cose che diciamo. In questo siamo un po' all'antica, ma molto inclusivi. Avendo la maggioranza di donne tra le prime linee, a loro va anche la fetta più grande delle politiche di retribuzione. Ci assicuriamo che, per tutti gli inquadramenti, a parità di mansioni corrisponda anche la parità di stipendi. Da anni siamo a favore dello smart working, e quando una donna rientra dalla maternità ci assicuriamo che abbia la flessibilità necessaria per poter riprendere e gestire al meglio i suoi impegni.

E' vero però che spesso le aziende del lusso, hanno una forte rappresentanza femminile...
Sì, ma in Ynap il 62% dei dipendenti sono donne, e oltre la metà del middle e senior management è al femminile. Ho sempre pensato che una azienda deve rispecchiare e rappresentare i clienti a cui si rivolge. E noi abbiamo due terzi di clienti e due terzi di dipendenti donne. Inoltre, il nostro business per metà è fatto di moda e per l'altra metà è fatto da una componente tecnologica nella quale le donne solitamente sono poco rappresentate. Anche in questo caso sono orgoglioso del fatto che le donne che in Ynap si occupano di programmazione sono il doppio della media della Silicon Valley: abbiamo 1.600 dipendenti tra Londra e Bologna dedicati proprio alla tecnologia e il 30% di queste sono donne ed è un numero che cresce.

E come mai le donne che fanno programmazione vogliono lavorare da voi?


Abbiamo commissionato una ricerca e ci ha detto che - oltre al fatto di avere una leadership nel lusso online e di avere una buona reputazione nel valorizzare le nostre dipendenti - l'essere specializzati nelle tecnologie applicate al lusso, settore molto affine all'universo femminile, ci rende più attraenti di altre industrie della tecnologia.

Mi racconta una delle cose che una sua collega le ha insegnato?


Tante, ma non faccio distinzioni tra colleghi altrimenti è una discriminazione al contrario. Invece le racconto che guardare mia figlia di 7 anni che è così curiosa delle tecnologie, del digitale e della robotica mi fa pensare che il futuro per le donne delle giovani generazioni sarà molto più roseo. Le giovani sono molto diverse e penso che la combinazione tra donne, tecnologia e aziende tra 20 anni sarà molto diversa. Per un'azienda è già difficile cambiare le cose nel presente, ma lo è molto di più farlo nel futuro investendo nel lungo termine. E Ynap nel 2018 ha offerto borse di studio per finanziare ore di formazione a 3.400 studenti: lo abbiamo fatto in Inghilterra insieme all'Imperial College, e in Italia attraverso dei corsi mirati alle elementari e alle medie insieme alla Fondazione Golinelli. E lo sa una cosa? La maggior parte degli studenti selezionati per imparare a scrivere dei codici o a programmare un pc erano proprio donne.

Pubblicato su La Repubblica.